vai al contenuto principale

Toscana: La Regione approva la braccata al cinghiale in Area Non Vocata

La Regione Toscana, con la Delibera 1058/22 ha approvato il Calendario della caccia al cinghiale in Braccata in area non vocata:

DELIBERA
1) di autorizzare gli ATC, sul territorio di propria competenza ricadente in area non vocata al cinghiale, alla organizzazione ed esecuzione di interventi di prelievo venatorio della specie cinghiale con la forma della braccata, nell’arco temporale 1 ottobre -31 dicembre o 1 novembre -31 gennaio, secondo i periodi indicati nell’allegato A alla presente Delibera e di questa facente parte integrante, nel rispetto dei criteri sotto elencati:
•gli interventi dovranno essere condotti esclusivamente per due giorni alla settimana, con l’esclusione del martedì e venerdì, con inizio dopo le ore 10.00. Per il territorio ricadente in area non vocata al cinghiale di competenza dell’ATC 10 Arcipelago Toscano le giornate alla settimana autorizzabili sono nel numero massimo di tre;
•le attività si svolgeranno secondo un calendario deciso dall’ATC, che dovrà essere comunicato con almeno 48 di anticipo alla Polizia Provinciale, e in aree individuate dal medesimo;
•le attività potranno essere effettuate dalle squadre iscritte all’ATC, da questo di volta in volta individuate;
•l’ATC dovrà assicurare una turnazione delle squadre partecipanti per ciascuna area di intervento, escludendo qualsiasi forma di assegnazione;
•le aree di intervento saranno prioritariamente quelle colpite da danni all’agricoltura da parte del cinghiale nel corso del 2022;
•le attività di cui al presente atto dovranno essere rese note da parte dell’ATC sul proprio sito istituzionale con almeno 48 di anticipo;
•è facoltà dell’ATC di escludere dalle attività le squadre che adotteranno comportamenti difformi alle direttive impartite o che non collaboreranno alla efficace realizzazione dei prelievi;
•le attività di cui al presente atto dovranno comunque rispettare lo svolgimento delle altre forme di caccia attuate in tali territori;
•spetta all’ATC di informare e sensibilizzare i partecipanti sul rispetto delle principali norme di sicurezza, in relazione al luogo di attività; tutti i partecipanti dovranno indossare indumenti ad alta visibilità;
•durante la caccia in braccata nelle ANV valgono, in particolare, le norme di cui all’art. 73, comma 10, 12, 13 del 48/R.
2) di disporre che i prelievi effettuati vengano rendicontati dagli ATC all’interno del portale faunistico regionale, suddivisi per Unità di gestione dell’area non vocata.

Alleghiamo le delibere:

Delibera_n.1058_del_26-09-2022

Delibera_n.1058_del_26-09-2022-Allegato-A

Torna su