skip to Main Content

Si è spento Mario Gargano, ex presidente dell’Italcaccia

Si è spento ieri Mario Gargano. Una scomparsa che lista a lutto le bandiere del Mondo Venatorio italiano.

Mario era stato Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana della Caccia.

Aveva una lunga storia da bravo servitore della politica e del Paese. In Parlamento per tre Legislature, dal 1979. Più volte Sottosegretario di Stato.

Aveva 89 anni. Pochi giorni fa si era spenta la moglie Ivana. Ancorchè ammalata, sicuramente era stata colpita nei suoi affetti più profondi quando anch’essa era venuta a conoscenza insieme ai figli dell’incurabile malattia che aveva colpito Mario.

Un politico, un dirigente del mondo venatorio: fermo nei convincimenti, pacato nei toni perché culturalmente e politicamente preparato nel merito degli argomenti a sostenere il valore delle idee.

Un percorso di collaborazione tra le Associazioni Venatorie vissuto da Mario senza smarrire mai l’identità dell’Italcaccia.

Un lungo e solido rapporto umano ha contraddistinto i rapporti con Carlo Fermariello. Il mondo è piccolo e ha voluto che Carla Fermariello e Orietta (detta Oria) Gargano diventassero amiche.

Lui abruzzese/romano molto legato alla sua città. Ogni tanto ci si sentiva telefonicamente anche dopo che aveva lasciato l’incarico di Presidente Italcaccia. Qualche volta a pranzo insieme nel Ristorante vicino casa sua e sempre lo stesso. Non cambiava mai.

Ci lascia un uomo ma non la sua umanità, le sue idee, il suo pacato ragionare che sarà di insegnamento alle future generazioni.

I funerali domani (giovedì 11 luglio) alle ore 11.00 alla Chiesta San Policarpo – Piazza Arenulo Celio Sabino a Roma.

Ai figli Gianluca e Oria, ai familiari le sentite condoglianze del Presidente Sergio Sorrentino, dei dirigenti e di quanti nell’Associazione hanno avuto la fortuna di conoscerlo e apprezzarne le doti

Back To Top