skip to Main Content

Rassegna Stampa: da Repubblica, sul Venerdì, un interessante Dossier sul cinghiale con il contributo del Presidente Maffei

Sul Venerdì di Repubblica di oggi, 17 giugno, il quotidiano affronta il problema dei problemi, la convivenza con i cinghiali in ambiente agricolo e soprattutto urbanizzato. Tante ipotesi e possibili soluzioni sul piatto, con una costante: si parli di abbattimenti, catture o monitoraggi, il contributo dei cacciatori risulta fondamentale. Sul primo file allegato, l’articolo di apertura, troverete evidenziata la posizione del mondo venatorio portata dal nostro Presidente Nazionale Cristian Maffei: “Giro l’accusa a Christian Maffei, presidente di Arcicaccia che risponde da Rimini, dove lavora come funzionario della Provincia: «Nel caso di Roma, di cui tanto si parla, è un’obiezione totalmente destituita di fondamento perché sono anni che lì,in una fascia di decine di chilometri, non sipuò cacciare. Non neghiamo di aver avuto un ruolo, con le immissioni di decenni fa (oggi abbiamo addirittura votato la legge che le vieta) ma raffigurarci come la madre di tutti i problemi è una caricatura». Non sembra un pistolero. Con il selecontrollo possono ora aiutare ma «in zone periurbane non è affatto un’operazione banale. Bisogna fare attenti studi preventivi, sparare solo dove è assolutamente sicuro. E non bisogna essere ipocriti: anche la cattura nelle gabbie mobili, dove metilti mais come esca, si conclude con uno sparo». Poi certi piani di abbatti mentopossononondareirisultati sperati, ma è un problema che interpella chi li organizza oltre che chi li esegue: «Ci sono registri, è tutto riscontrabile: il contrario del Far West che certi ani malisti raccontano. Di certo il fucile non è l’unica soluzione».”

Alleghiamo i tre articoli dello speciale:

1762022IL VENERDIDIREPUBBLICA

1762022ILVENERDIDIREPUBBLICA2

1762022ILVENERDIDIREPUBBLICA3

Back To Top