vai al contenuto principale

Campania: il TAR sospende alcuni punti del Calendario Venatorio

Il TAR della Campania ha accolto la richiesta di sospensiva contenuta nel ricorso presentato dalle associazioni animaliste su questi punti del Calendario Venatorio e fissato la data del dibattimento per il 26 settembre:

a) Delibera della Giunta Regionale 19/7/2023 n. 434, recante “Art. 24, comma 1 L.R. 26 e ss. mm. ii.. Approvazione Calendario Venatorio regionale per l’annata venatoria 2023/2024”, pubblicata in BURC n. 58 del 31.07.2023;
– b) Allegato 1 alla deliberazione impugnata sub a), recante “Calendario Venatorio N. 03697/2023 REG.RIC. 2023/2024” nella parte in cui:
b.1), autorizza, nei giorni 3-9-10 settembre 2023, fino alle ore 12,00, nella forma della caccia da appostamento temporaneo, il prelievo del merlo (Turdus merula) e della ghiandaia (Garrulus glandarius) e, nei giorni 3 e 10 settembre, nonché dal 17 settembre al 15 ottobre 2023, il prelievo della tortora (Streptopelia turtur) con l’obbligo, per quest’ultima, di annotazione entro 24h dall’abbattimento;
b.2) autorizza il prelievo dei turdidi (Cesena, Tordo bottaccio e Tordo sassello) fino al 20 gennaio 2024, anziché fino al 10 gennaio 2024;
– c) vieta la caccia nei soprassuoli delle zone boscate interessati da incendi boschivi da meno di dieci anni, richiamando l’Allegato 2 alla deliberazione impugnata sub a), recante la cartografia non aggiornata delle aree del territorio regionale, interessate da incendi boschivi da meno di dieci anni ai sensi dell’art. 10 L. 353/2000, e precisando che il cacciatore potrà accertare tale condizione presso il catasto degli incendi detenuto da ciascun Comune, anziché vietare l’esercizio venatorio in tutte le aree percorse da incendi da meno di dieci anni, come risultanti dal portale degli incendi boschivi gestito dall’Arma dei Carabinieri, anche se non ancora riportate nei catasti comunali ai sensi dell’art. 3 del D.L. 8 settembre 2021 n.
190, convertito in L. 8 novembre 2021, n. 155

– c.1) dell’Allegato 2 alla deliberazione impugnata sub a), recante la cartografia delle aree percorse da incendi boschivi da meno di dieci anni non aggiornata ai dati riportati nel portale degli incendi boschivi tenuto dall’Arma dei Carabinieri, ai sensi del D.L. 8 settembre 2021 n. 190, convertito in L. 8 novembre 2021, n. 155;

 

Alleghiamo l’ordinanza del TAR 202301361_06

Torna su